Nel vostro viaggio in Giappone e nella sua capitale Tokyo non potete mancare di vedere la Tokyo Sky Tree. Un connubio di modernità ed efficienza giapponese. La sua bellezza è nota in tutta la capitale del Sol levante sia di giorno che di notte quando si illumina.

Quindi quando vi troverete nel quartiere di Asakusa considerate anche di andare a vederla per gustare questa bellissima opera di architettura. 

L’idea della Tokyo Sky Tree

La Tokyo Sky Tre (東京スカイツリ) è stata aperta il 22 maggio 2012 ed è, con i suoi 634 metri, la torre più alta del mondo.

L’idea di costruirla non è stata solo quella pratica di avere una torre per le comunicazioni e per le trasmissioni televisive ma risponde anche alle necessità di rivitalizzare la zona centrale est della città di Tokyo. In principio si pensava di costruirla ad Akihabara ma poi la scelta è caduta sul quartiere di Asaksusa.

Precedentemente la torre che si occupa delle trasmissioni televisive era la Tokyo Tower (東京タワー), che si trova nel quartiere di Roppongi, costruita nel 1958 e alta 333 metri diventata non più sufficiente a trasmettere a causa dei nuovi grattacieli costruiti in città.

Nel 2012 la città aveva grattacieli alti anche 250 metri e si pensò di costruire una torre alta almeno il doppio del grattacielo più alto della città, il Toranomon Hills alto 255 metri. L’altezza della nuova torre diventò però di 634 metri.

I giapponesi per ricordare l’altezza della torre si ricorda di Miyamoto Musashi che era un famoso filosofo, spadaccino, stratega e ronin. Ora le cifre 6-3-4 in giapponese si dicono “mu” – “san” – “shi” che abbreviate diventano “musashi” e che rimandano a Miyamoto Mushashi e permettono di ricordare l’altezza della torre. Altri invece fanno riferimento al nome della vecchia zona su cui fu costruita la torre che era sempre per l’appunto “musashi”.

Tokyo Sky Tree notte
La Tokyo Sky Tree illuminata

La scelta del posto

Decisa l’altezza restava il dubbio su dove costruirla. Il progetto fu affidato alla Tobu Railway che poteva gestire lo scarico dei materiali per la costruzione e che proposero anche l’uso del fiume Sumida per i suddetti.

Nel febbraio 2005, dopo del tempo preso a riflettere sulla fattibilità dell’opera la Tobu Railway annunciò che poteva lavorare a questo progetto.

Per la scelta del posto ne furono proposti circa dieci. Nel febbraio 2006 fu annunciato che, viste le necessità commerciali della zona, l’accettazione della comunità locale e il fatto che la zona scelta nell’arco degli ultimi dieci anni aveva avuto dieci milioni di turisti, la scelta era ricaduta su Asakusa. La torre pertanto non sarebbe stata utilizzata come trasmettitore ma anche osservatorio per invogliare i turisti a visitarla.

L’idea piacque subito a molti sia perché la città avrebbe avuto la torre più alta del mondo, sia perché la posizione, che era ad est della città, richiamava l’idea di Edo (l’antica Tokyo) intesa come “capitale dell’est” per l’appunto.

Essendoci però a Tokyo l’aeroporto di Haneda si dovette fare però un cambio sull’allora attuale legge che prevedeva che non ci potessero strutture più alte di 300 metri in città.

Sciolti i dubbi sulla posizione e risolti i problemi suddetti si costituì una società chiamata “Tobu Tower Sky Tree” che ci occupò della sua costruzione.

Veduta Tokyo sky Tree
Veduta dalla Tokyo Sky Tree

Il progetto della torre Tokyo Sky Tree

Per il progetto della torre furono impiegati circa sei mesi e fu presentato il 24 novembre 2006. Si decise di usare una struttura che partisse triangolare dalla base e che finisse circolare. Questa idea piacque molto perché fare ciò significava utilizzare allo stesso tempo sia la tecnologia giapponese moderna che quella antica.

Fu utilizzata infatti la tecnologia usata per la costruzione dei templi dell’epoca di Nara e Heian che prevedevano l’unione di forme convesse (mukuri) e curve (sori), forma che si ritrova nella stessa lama della katana.

A ciò si aggiungessero altre due requisiti da non sottovalutare. La nuova torre doveva essere un qualcosa di rivitalizzante per la città e quindi essere “bella” e doveva contribuire alla prevenzione dei disastri.

Per l’ultimo punto la torre ha una struttura antisismica moderna e ultrasicura in quanto al suo interno si trova un’anima di cemento armato. Da una certa altezza in poi c’è un sistema idraulico che ammortizza le oscillazioni in caso di terremoto.

Il colore usato fu quello dell’aijiro (藍白) che è uno dei colori caratteristici giapponesi che è un pallido ciano o un pallido azzurro.

Rimaneva solo da decidere il nome che fu deciso nel giugno 2008. La scelta votata da circa 110.000 voti espressi da tutta la nazione indicò “Tokyo Sky Tree” la seconda scelta era “Tokyo EDO Tower”.

Anche per questo il logo della torre sembra quasi un albero che spicca nel cielo.

Il progetto della torre rispetta anche l’obiettivo di essere la torre più alta del mondo superando infatti la cinese Canton Tower (604 metri) e la canadese CN Tower (553 metri).

La torre avrebbe avuto anche il punto di osservazione più alto del mondo superando i 342 metri della CN Tower.

La progettazione dei vari negozi

Dovendo la Tokyo Sky Tree essere anche un valore aggiunto per l’area si decise anche di come utilizzare le aree sottostanti. Nel progetto si previdero circa 300 negozi, acquari e planetari. La scelta di diversi negozi e strutture educative era per favorire la visita di chiunque: dal turista alla scolaresca, dalla persona che fa compere a chi vuole semplicemente svagarsi.

L’aera interessata per la costruzione della torre e delle varie infrastrutture è di circa 230.000 metri quadri.

Deck Tokyo Sky Tree
Il deck di osservazione dalla Tokyo Sky Tree

L’inaugurazione della torre Tokyo Sky Tree

La costruzione della torre iniziò nel maggio 2008 e doveva finire dopo circa 44 mesi nel febbraio 2012. Ma l’apertura slittò di qualche mese e ci fu il 22 maggio 2012.

Considerate che l’annuncio della costruzione fu dato nel febbraio 2006 e che l’annuncio dell’inizio del progetto era la fine del 2004 il tempo di circa 7 anni e mezzo per la costruzione della torre risulta davvero notevole.

Date importanti per la costruzione della torre

19 marzo 2008Con la proposta “New Tokyo Tower” 6 emittenti televise danno il via al progetto per la costruzione della torre
10 giugno 2008Viene deciso il nome ufficiale della torre “Tokyo Sky Tree” e cambia il nome anche della società che se ne occupa creandosi così la “Tobu Tower Sky Tree Co., Ltd”
10 novembre 2009Si raggiunge l’altezza di 200 metri
16 febbraio 2010Si raggiunge l’altezza di 300 metri
28 ottobre 2010Si decide che la mascotte della torre sarà “Sorakara-chan”
18 dicembre 2010Si iniziano a installare le antenne per la trasmissione del digitale terrestre
18 marzo 2011Alle ore 13:34 la torre raggiunge l’altezza di 634 metri
17 novembre 2011La torre riceve il titolo di Guinness World Records come “la torre più alta del mondo” ed è inserita nel “Guiness World Record 2012”
9 febbraio 2012Si dà il nome ai due osservatori. Quello a 350 metri “tenbo deck”, quello a 450 metri “tenbo corridor”
15 maggio 2012Lady Gaga visita il “tenbo deck”
22 maggio 2012Inaugurazione ufficiale. Doveva esserci alle 10:00 ma a causa della grande folla si anticipa di 30 minuti. A causa della pioggia e del vento si ferma però l’ascensore e l’accesso all’osservatorio
 

Condividi

Se ti è piaciuto il post condividilo con i tuoi amici